Malattie Autoimmuni: 8 Passi Per Smettere Di Attaccare Il Tuo Corpo

Le malattie autoimmuni si sviluppano quando il sistema immunitario riconosce tessuti, ghiandole, organi e quant’altro come un invasore e inizia ad attaccarli. Le più comuni malattie autoimmuni sono la colite ulcerosa, il morbo di Crohn, il lupus, l’artrite reumatoide, la malattia celiaca, la sclerosi multipla, la fibromialgia e la tiroide di Hashimoto.

Secondo la maggior parte dei medici le cause delle malattie autoimmuni sono sconosciute o genetiche (quindi non ci si può fare niente). In realtà chi lavora nell’ambito immunologico sa che non è così. Le cause delle malattie autoimmuni sono ben note, ma la medicina brancola ancora nel buio usando trattamenti concentrati nel ridurre l’infiammazione, che fanno sì che il sistema immunitario non sia così attivo e cose simili, senza cercare la causa quell’infiammazione.

Malattie autoimmuni: cosa sono e come si sviluppano

Tutte le malattie autoimmuni nascono nell’intestino tenue, quando vi è un degrado delle sue pareti e si sviluppa la permeabilità intestinale. Questo comporta che proteine non digerite, virus, batteri e quant’altro penetrino attraverso

malattie autoimmuni

queste perforazioni intestinali e raggiungano il sangue. Questo fa sviluppare intolleranze alimentari e contemporaneamente il sistema immunitario diventa iperattivo perchè trova sostanze in aree del corpo dove non dovrebbero essere.
Il sistema immunitario è la nostra difesa contro gli invasori provenienti dall’esterno, il nostro esercito interno che deve distinguere chiaramente quali siano gli invasori. L’autoimmunità si verifica quando il sistema immunitario si confonde e i tessuti si trovano in questo fuoco incrociato.
Questo in immunologia si chiama sembianza molecolare, che semplicemente vuol dire che un organo piuttosto che una ghiandola del nostro corpo ha la stessa struttura di una qualche proteina proveniente dal cibo che mangiamo. Questo succede specialmente con il glutine, per questo per tante persone diventa un problema.

È interessante notare che le malattie autoimmuni si verificano quasi esclusivamente nei paesi sviluppati. Le persone nei paesi poveri, senza i servizi moderni come l’acqua corrente, i servizi igienici, le lavatrici e gli ambienti sterili, non sviluppano queste malattie. Se sei cresciuto in una fattoria a contatto con tanti animali, vi sono anche meno probabilità di avere uno di questi disturbi. Giocando nella terra, sporcandosi e mettendosi poi le mani in bocca porta all’esposizione continua a batteri, spore, funghi, ecc… e questo tiene in allenamento il sistema immunitario a riconoscere ciò che è straniero da ciò che non lo è.

Il trattamento per le malattie autoimmuni

Invece di cercare di controllare la malattia, è possibile scoprire quale sia la causa o le cause scatenanti che hanno portato al suo sviluppo. Attraverso terapie nutrizionali mirate è possibile tornare a vivere una vita normale.  Bisogna attaccare il fuoco, non il fumo, se si vuole star bene.

Qesti sono 8 passi essenziali per riuscire a stare meglio:

  1. verificare la presenza di infezioni nascoste spesso ignorate, come funghi , virus, batteri, ecc… e trattarli correttamente;
  2. verificare la presenza di allergeni alimentari nascosti con un test di allergie;
  3. fare il test per la celiachia, che è un esame del sangue che qualsiasi medico può richiedere;
  4. fare un test di sovracrescita batterica nel tenue (come spiego qui); 
  5. sanare le pareti dell’intestino e ricostruire il microbiota attraverso un regime alimentare;
  6. utilizzare nutrienti come l’olio extravergine di fegato di merluzzo, la vitamina D, il magnesio, la gelatina, probiotici a spora e anti-infiammatori naturali  per contribuire a calmare la vostra risposta immunitaria;
  7. fare esercizio fisico regolarmente – è un antinfiammatorio naturale;
  8. praticare tecniche di rilassamento come lo yoga, la respirazione profonda, il biofeedback, la preghiera se siete credenti o un massaggio, perché lo stress peggiora la risposta immunitaria.

Conclusioni sulle malattie autoimmuni

Prova a seguire questi passi – e vedrai che l’infiammazione comincierà progressivamente a migliorare. Le risposte sono proprio davanti a te e non sono mai semplici come una pillola da prendere. E’ essenziale prendere coscienza e responsabilità della propia malattia, diventando protagonista, non un passivo spettatore. Trattare le cause delle malattie autoimmuni vuol dire non limitarsi a sopprimere i sintomi, ma ricostruire la propria salute.

Riferimenti:

  • Nakazawa, D. (2008). The Autoimmune Epidemic. Simon & Schuster. New York.
  • Siegel, C.A., Marden, S.M., Persing, S.M., et al. (2009). Risk of lymphoma associated with combination anti-tumor necrosis factor and immunomodulator therapy for the treatment of Crohn’s disease: a meta-analysis. Clin Gastroenterol Hepatol. 7(8): 874-81.
  • Cusick MF. Molecular mimicry as a mechanism of autoimmune disease. Clin Rev Allergy Immunol. 2012 Feb;42(1):102-11.
  • Jeham A. Potential Role of Bacterial Infection in Autoimmune Diseases: A New Aspect of Molecular Mimicry. Immune Netw. 2014 Feb; 14(1): 7–13.

3 Replies to “Malattie Autoimmuni: 8 Passi Per Smettere Di Attaccare Il Tuo Corpo”

  1. Salve, mi chiamo Valentina, ho 24 anni, ho scoperto questo blog, e devo dire che l’inventore è stato veramente un genio perchè qui ho trovato più risposte, che dai medici stessi in persona perché mi hanno negato tutto ma soprattutto non sanno niente di tutto ciò, e tutte collegabili con i disturbi che mi sono venuti fuori.
    Ho iniziato ad avere problemi digestivi,all’inzio con troppa acidità nello stomaco per via dell’helic.pyl.,poi assenza di acidità per la comparsa della candida intestinale, gonfiore addominale, eruttazioni, gas, cibo che rimane nello stomaco per 6 ore e via con il bicarbonato, sacchi di ferro per endovena per carenza improvvisa di ferro,feci che odorano di cadavere… quindi sono passata a non avere più la fame, ma nello stesso tempo posso mangiare tantissimo. Il mio intenstino è pieno zeppo di questo fungo,tanto che lo chiamata Bianca, ormai convive in me da 1 anno e non riesco a liberarmene. Ho provato di tutto. Poi settimana scorsa scopro di avere una malattia autoimmune, l’hashimoto, che sapevo di avere già quando ho cominciato ad accusare questi problemi intestinali. Il fatto che l’autore dell’articolo abbia scritto che le malattie possono insorgere anche per via dell’intestino e anche che se la tiroide è lenta,essa influenza l’instino, lo confermo in pieno!! Lo scrivo perchè sono stata dall’endocrinologo e mi ha detto che non c’entra niente, gli ho spiego che ho disbiosi e candidosi intestinale e mi ha guardata malissimo. Lo stesso per il gastroenterologo. Tutti a vedere la malattia ma non da cosa essa viene scatenata. Comunque sia, ottimo blog!! Bravi continuate cosi!

    1. Grazie Valentina…..abbiamo avuto tanti pazienti come te e consigliamo di rivolgerti a un professionista o di contattarci e saremmo felici di accoglierti tra i nostri pazienti. Nonostante i medici di vecchio stampo siano al di fuori da tutto ciò che circonda il microbiota i nuovi medici e quelli più curiosi ne hanno capito l’importanza. Basti pensare che ci sono state più ricerche scientifiche e avanzamenti negli ultimi 5 anni che nei passati 100 anni!! Noi ci occupiamo di intestino da oltre 20 anni come nutrizionisti e mentre per anni siamo stati tra i pochi, dei pionieri stiamo vedendo un grosso cambiamento di direzione anche nel mondo della nutrizione.

  2. […] quando l’intestino non funziona bene e c’è permeabilità si possono anche innescare malattie autoimmuni. Contemporaneamente se stai lottando con costipazione, diarrea, mal di stomaco… la causa […]

Leave a Reply