SIBO e intolleranza all’istamina: un collegamento importante

Perché parlare contemporaneamente di SIBO e intolleranza all’istamina? Te lo spiego subito: sintomi fastidiosi che sembrano comparire dal nulla, come un mal di testa improvviso, il naso che cola, l’arrossamento del viso e un’ansia inspiegabile, sono segnali che ti saranno familiari se soffri di intolleranza all’istamina. Molto probabilmente non riesci a capire qual è la causa che scatena questa situazione.

La SIBO, sindrome da sovracrescita batterica intestinale, potrebbe essere la risposta alle tue domande perché spesso si trova effettivamente alla radice dei classici sintomi causati dall’intolleranza all’istamina.

Cos’è l’intolleranza all’istamina

Come abbiamo visto in un articolo passato, l’istamina è una sostanza chimica prodotta dal tuo sistema immunitario in grado di creare infiammazione come risposta all’attacco di un invasore esterno, ma è anche una componente dell’acido gastrico che aiuta la digestione degradando gli alimenti nell’intestino. Molti alimenti comuni contengono istamina oppure la fanno rilasciare all’organismo quando li assumi. Se per qualche ragione l’organismo non produce abbastanza enzimi noti come diammina ossidasi (DAO) che mantengono sotto controllo i livelli di istamina, questa sostanza si accumula causando sintomi di intolleranza.

L’istamina agisce gonfiando i vasi sanguigni o dilatandoli, in modo che i globuli bianchi possano rapidamente individuare e attaccare l’infezione o il problema che si è creato, come per esempio quando dopo la puntura di una zanzara il punto colpito si gonfia ed arrossa provocandoti prurito e talvolta dolore. Inoltre, le istamine reagiscono anche agli allergeni come il polline incentivando le membrane di naso e gola a produrre più muco e causando quindi naso che cola, starnuti, prurito e tosse come sintomi delle allergie stagionali. Per questi motivi, alle persone che soffrono di reazioni allergiche vengono somministrati gli antistaminici, che controllano proprio il rilascio di istamina nell’organismo.

I sintomi dell’intolleranza all’istamina

Viaggiando attraverso il flusso sanguigno, l’istamina può colpire numerosi organi del tuo corpo, contribuendo a sviluppare numerosi sintomi che ne rendono spesso difficile l’individuazione e la diagnosi di intolleranza. Ecco quali sono:

  • Mal di testa o emicrania
  • Difficoltà ad addormentarsi
  • Ipertensione
  • Vertigini
  • Aritmia o battito cardiaco accelerato
  • Difficoltà nel regolare la temperatura corporea
  • Ansia
  • Nausea
  • Crampi addominali
  • Congestione nasale, starnuti, difficoltà di respirazione
  • Anomalie del ciclo mestruale
  • Orticaria
  • Affaticamento
  • Gonfiore della pelle

Come nasce il collegamento tra SIBO e intolleranza all’istamina?

L’istamina in eccesso può essere causata da una serie di fattori, tra cui bassi livelli di DAO, allergie, disbiosi, intestino permeabile, sanguinamento gastro intestinale e anche dalla SIBO….tutti elementi facenti parte dello stesso problema.

Sappiamo già che la SIBO è una crescita eccessiva di batteri nell’intestino tenue, spesso causata da una disbiosi intestinale, trauma cranico, ipocloridria o dall’assunzione di antibiotici o altri farmaci che distruggono l’equilibrio del microbioma intestinale. A causa di questa sindrome, l’intestino infiammato diventa permeabile consentendo alle particelle di cibo di oltrepassarlo ed entrare nel flusso sanguigno. A questo punto il sistema immunitario interviene e risponde agli invasori (le particelle di cibo) innescando i sintomi abbinati all’intolleranza all’istamina, come orticaria, mal di testa, ecc… Inoltre, la SIBO causa anche un’alterazione della motilità intestinale inibendo la capacità di digerire in modo corretto gli alimenti, aggravando così l’infiammazione e le intolleranze alimentari.

Ciò nonostante, non tutti coloro che soffrono di SIBO hanno anche un’intolleranza all’istamina; questa ulteriore problematica si ritrova in coloro che hanno un accumulo di batteri produttori di istamina, come i batteri L. Casei e L. Bulgaricus. In questi casi, i probiotici benefici per molte persone a base di acido lattico sono invece dannosi e vanno scelti con molta attenzione specifici per chi soffre di intolleranza all’istamina.

Anche la carenza di enzimi DAO gioca un ruolo fondamentale, dato che è spesso causata dall’infiammazione intestinale derivante dalla SIBO. In questo caso, la produzione di istamina non viene tenuta sotto controllo a causa della scarsa presenza di enzimi DAO e facilmente si svilupperà un’intolleranza. Questi enzimi inoltre risentono dell’assunzione di alcool, tè e bevande energetiche, che sono quindi da evitare in caso di SIBO o intolleranza all’istamina.

Lo stress e l’aumento dei suoi livelli nel tuo organismo sono inoltre altrettanto importanti, perché lo stress emotivo prolungato può causare o esacerbare la SIBO compromettendo la motilità intestinale, alterando negativamente il microbioma intestinale e stimolando la produzione di mastociti, globuli bianchi che rivestono il tratto gastrointestinale e si trovano in tutto il corpo nei tessuti connettivi. Questi globuli sono i regolatori principali del sistema immunitario e secernono istamina. Dunque, alleviando lo stress potrai contribuire a rompere questo circolo vizioso.

Combattere SIBO e intolleranza all’istamina

Per risolvere i sintomi causati dall a SIBO e l’intolleranza all’istamina dovrai prima superare la proliferazione batterica in questo modo:

  • inizia a eliminare dalla tua alimentazione gli alimenti che causano frequentemente la SIBO (carboidrati fermentabili come i cereali, la frutta e molti altri);
  • elimina temporaneamente i cibi contenenti istamina, quelli liberatori di istamina e inibitori dell’enzima DAO;
  • attacca i batteri nocivi con antibiotici non assorbibili o fitoterapici naturali;
  • utilizza anche integratori di DAO che possono ridurre la reazione del tuo corpo all’assunzione di cibi ad alto contenuto di istamina.

Certamente l’intolleranza all’istamina può essere fastidiosa e difficile da gestire, ma la ricerca della radice dei sintomi e delle condizioni sottostanti come la SIBO ti aiuterà a migliorare notevolmente le tue condizioni, grazie anche all’aiuto di un professionista preparato al quale potrai rivolgerti con fiducia.

 

Riferimenti:

  • Pimentel MC. Autoimmunity Links Vinculin to the Pathophysiology of Chronic Functional Bowel Changes Following Campylobacter Jejuni Infection in a Rat Model. Dig Dis Sci. 2015 May;60(5):1195-205.
  • Agnoletti AF. Ethiopatogenesis of Rosacea: A Prospective Study with a Three Year Follow Up. G Ital Dermatol Venereol. 2017 Oct;152(5):418-423.
  • Traussnigg s. Difficult Case of Cronkhite-Canada Syndrome with Small Intestinal Bacterial Overgrowth, Clostridium Difficile Infection Polymyalgia Rheumatica. BMJ Case Rep. 2016 Jan 27;2016
  • Tannock G. Influences of Dietary and Envinromental Stress on Microbial Populations in the Murine Gastrointestinal Tract. Infect Immun. 1974 Mar; 9(3): 591–598.
  • Kennedy P. Irritable Bowel Syndrome: A Microbiome Gut Brain Axis Disorder? World J Gastroenterol. 2014 Oct 21; 20(39): 14105–14125.
  • Rezaie A. How to Test and Treat Small Intestinal Bacterial Overgrowth: an Evidence Based Approach. Curr Gastroenterol Rep. 2016 Feb;18(2):8.
  • Park JH. The Relationship Between Small Intestine Bacterial Overgrowth and Intestinal Permeability in Patients with Irritable Bowel Syndrome. Gut Liver. 2009 Sep; 3(3): 174–179.
  • Pugin B. A Wide Diversity of Bacteria from the Human Gut Produces and Degrades Biogenic Amines. Microb Ecol Health Dis. 2017; 28(1): 1353881.
  • Dev S. Suppression of Histamine Signaling by Probiotic Lac-B: A Possible Mechanism of its Anti Allergic Effect. J Pharmacol Sci. 2008 Jun;107(2):159-66.
  • Skypala IJ. Sensitivity to Food Additives, Vaso Active Amines and Salicylates: A Review of the Evidence. Clin Transl Allergy. 2015; 5: 34.
  • Maintz L. Histamine and Histamine Intolerance. Am j Clin Nutr. May 2007; 85(5): 1185-1196
  • Abd-Allah AR. Involvement of Histamine 4 Receptor in the Pathogenesis and Progression of Rheumatoid Arthritis. Int Immunol. 2014 Jun;26(6):325-40.
  • Cowden JM. The Histamine H4 Receptor Mediates Inflammation and TH17 Responses in Preclinical Models of Arthritis. Ann Rheum Dis. 2014 Mar;73(3):600-8.
  • Schneider E. Histamine, Immune Cells and Autoimmuntity. Adv Exp Med Biol. 2010 Jan; 709:81-94
  • Fabisiak A. Targeting Histamine Receptors in Irritable Bowel Syndrome: A Critical Appraisal. J Neurogastroenterol Motil. 2017 Jul; 23(3): 341–348.
  • Martin SM. Histamine Intolerance and Dietary Management: A Complete Review. Allergol Immunopathol (Madr). 2016 Sep-Oct;44(5):475-83.

Lascia un commento