crauti fermentati

Crauti fermentati: una ricetta ricca di benefici per la salute

C’è qualcosa di speciale nei crauti fermentati che probabilmente non sai. Sembra strano, ma in realtà non hanno crauti fermentatibisogno di nessuna cultura per subire il processo di fermentazione, perché sono l’unico vegetale ad avere questa capacità autonomamente. Infatti il cavolo, in combinazione con il sale, forma i propri batteri buoni. Questi dominano e affollano i crauti impedendo ai batteri dannosi di creare problemi e conservando il cibo in modo sicuro.

È possibile effettuare i crauti fermentati con solo il sale marino non raffinato, anche se con la coltura aggiunta il risultato è decisamente migliore. L’ggiunta di sale marino integrale è necessaria per inibire la crescita di batteri cattivi e creare un ambiente sicuro.

Il sale tira fuori l’acqua dal cavolo (per osmosi), e questo crea la salamoia in cui il cavolo può fermentare e diventare aspro, senza marcire. Il sale ha anche l’ effetto di mantenere il cavolo croccante ed ha enzimi che allo stesso tempo lo ammorbidiscono.

Una volta pronti, i crauti fermentati possono essere conservati in frigorifero per oltre 9 mesi.

Ingredienti  e materiali necessari:

  • 1 contenitore di vetro
  • 3 grosse teste di cavolo verza (togliere il cuore)
  • 3 cucchiai di sale marino non raffinato o  2 cucchiai di siero del latte
  • 1 mattarello per il crauti

Procedimento:

  1. Rimuovere le foglie esterne del cavolo;
  2. con un processore di cibo o un coltello tagliare il cavolo finissimo;
  3. mettere il cavolo tagliato in un contenitore con sale marino;
  4. mescolare vigorosamente finchè si sarà formata dell’acqua;
  5. trasferire sia il cavolo che l’acqua nel contenitore di vetro;
  6. man mano che si aggiungono il cavolo e l’acqua, pressare vigorosamente con il mattarello;
  7. non riempire il contenitore fino all’orlo, ma lasciare un po’ di spazio in cima;
  8. l’acqua che si e’ formata deve coprire completamente il cavolo. Se non è sufficiente bisogna aggiungere altra acqua potabile;
  9. aggiungere il siero di latte (opzionale);
  10. coprire il contenitore di vetro con un fazzoletto e chiudere con un elastico;
  11. lasciare per un minimo di 7 giorni a fermentare lontano dalla luce e in un posto fresco;
  12. controllare ogni giorno che i crauti siano completamente sommersi dall’acqua. Se non lo sono, bisogna usare il mattarello per crauti, e se l’operazione non fosse sufficiente, aggiungere altra acqua;
  13. dopo un minimo di 7 giorni, trasferire nel frigorifero;


Conclusione importante sui crauti fermentati

Il crauti fermentati sono tra i cibi più importanti non solo per chi ha problemi intestinali, ma per tutti. Sono ricchi in probiotici e nutrienti, ma hanno anche molte altre proprietà benefiche per lo stomaco, per l’intestino e per tutto l’organismo. Si possono aggiungere a insalate o altri piatti freddi o possono anche essere consumati da soli come contorno. Il mio consiglio è di mangiarne un minimo di 100 gr. al giorno, diviso ai pasti.

9 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] ratti la funzione tiroidea migliora con la somministrazione di verdure fermentate come ad esempio i crauti e il […]

  2. […] disintossicanti che sono cruciali nell’eliminare le tossine. Prova a mangiare più kimchi, crauti e zuppa di […]

  3. […] crauti naturalmente fermentati, in aggiunta alle proprietà benefiche della verza, contiene sottoprodotti della fermentazione, […]

  4. […] Primus e i crauti fermentati normalizzano l’acido nello stomaco, ma non avviene immediatamente, ci vuole del tempo quindi […]

  5. […] i loro derivati della dieta moderna sono carenti di vitamina K2. Puoi però fare i crauti fermentati a casa tua, o mangiare formaggi artigianali quali il parmigiano, l’asiago, ecc. che sono […]

  6. […] il cibo, condizione sgradita al botulino. L’aggiunta di sale ai cibi fermentati, come i crauti, riduce ulteriormente la possibilità di crescita del batterio, incoraggiando i batteri benefici a […]

  7. […] per la ricetta dei crauti, bisogna assicurarsi che le verdure rimangano sempre coperte dal liquido per tutto il […]

  8. […] crauti naturalmente fermentati, in aggiunta alle proprietà benefiche della verza, contiene probiotici, enzimi digestivi e altri […]

  9. […] dell’erba, i loro derivati della dieta moderna sono carenti di vitamina K2, ma puoi fare i crauti fermentati a casa tua, i formaggi artigianali quali il parmigiano, l’asiago, ecc. che sono ricchi di […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *