kombucha di seconda fermentazione

Tè di Kombucha di Seconda Fermentazione: Fai Frizzare il tuo Kombucha

Il tè di kombucha di seconda fermentazione serve per dare il sapore che vuoi alla tua bevanda. Affinché ilkombucha di seconda fermentazione kombucha sia frizzante, devi assicurarti che non sia troppo acido o che sappia troppo di aceto. Il fungo ha bisogno di mangiare gli zuccheri per fare la carbonatazione. Se tutto lo zucchero è stato mangiato, i batteri non avranno nulla di cui nutrirsi per la carbonatazione naturale. Il kombucha è pronto quando è ancora un po’ dolce e non troppo aspro.

Ciò di cui hai bisogno:

  • 3 L di Kombucha pronto per essere bevuto.
  • succo di frutta biologico di tuo gradimento (non da concentrato): ciliegia, uva, mirtillo, mela, melograno, carota, limone, ananas , ecc… Puoi anche aggiungere pezzi di frutta (fragole, mirtilli, ecc ) insieme o al posto del succo di frutta. Anche con la buccia d’arancia è delizioso e diventa più frizzante.
  • imbuto di plastica.
  • bottiglie adatte la per produzione di birra. Personalmente uso le bottiglie da 500 mL, ma è possibile utilizzare diverse misure, se vuoi. Se stai utilizzando bottiglie di vetro dovrai fare attenzione, perché ci potrebbero essere difetti nel vetro. Le bottiglie che hanno una protezione di gomma sotto il tappo sono più sicure e hanno il vetro più spesso. Sono quelle per la produzione di birra (le puoi trovare anche nei negozi che vendono gli articoli per la birra artigianale) e sono quelle che più consiglio.

Procedimento per il tè di Kombucha di seconda fermentazione:

  1. Metti da 30 a 60 mL di succo di frutta in più bottiglie precedentemente lavate e sterilizzate (non in metallo). Io uso una bilancia digitale per misurare il succo da aggiungere, ma puoi usare anche un misurino.
  2. Aggiungi quindi 500 mL di kombucha in ogni bottiglia. Filtra il kombucha con un filtro da caffè. Questa operazione è necessaria per non far formare un altro fungo nella tua bottiglia.
  3. Chiudi la bottiglia lasciando un po’ di spazio tra il Kombucha e il tappo. Di solito io riempo fino all’inizio del collo della bottiglia.
  4. Metti un’etichetta alle bottiglie in modo da sapere quando hanno iniziato la seconda fermentazione.
  5. Lascia il kombucha fermentare in un luogo buio per almeno una fino a 3 settimane. Controlla alla fine di ogni settimana se le tue bottiglie di tè di kombucha di seconda fermentazione sono frizzanti. In caso contrario, lascia fermentare più a lungo.
  6. Una volta raggiunta la frizzantezza che ritieni giusta, metti le tue bottiglie in frigo. Presta attenzione al tappo delle bottiglie e controlla spesso per assicurarti che non ci sia troppa pressione.

Conclusione

Una volta che hai imparato a fare il tè di Kombucha, fare la seconda fermentazione sarà semplice e ti divertirai a prepararlo con diversi sapori. Tieni presente però che mentre la prima fermentazione non contiene alcool, la seconda ne contiene una piccolissima quantità (da 0.03% a 0.08%).

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] se vuoi, puoi procedere con la seconda fermentazione (che ti spiego qui) oppure lo puoi bere così com’è. Puoi berlo durante o dopo i pasti, per digerire meglio. Ma […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *