Olio Di Cocco Extravergine: Un Super Alimento Per La Salute

Olio Di Cocco ExtravergineL’olio di cocco extravergine ha molti effetti benefici sulla salute, grazie alla sua combinazione unica di acidi grassi. Sembra quasi impossibile che questo super alimento, capace di aiutare a perdere peso, a migliorare la salute dell’intestino, la funzionalità cerebrale, ecc… una volta fosse demonizzato, a causa dei grassi saturi che contiene (quasi il 90%). Qualcuno a dire il vero lo sconsiglia ancora oggi!

E invece alcuni studi hanno scoperto che le popolazioni che utilizzano molto olio di cocco sono tra le persone più sane del pianeta. In alcune parti del mondo infatti, il cocco è un alimento centrale come possono essere gli spaghetti in Italia e le persone ne hanno goduto per molte generazioni.

Come la popolazione dei Tokelauani, che vive nel Sud del Pacifico e che si nutre per oltre il 60 % del loro fabbisogno calorico con noci di cocco, quindi risultano essere tra i maggiori consumatori di grassi saturi nel mondo. Ebbene questa popolazione gode di ottima salute e non ha evidenti malattie cardiache. Anche i Kitavans si nutrono di molto cocco e anche loro vantano un’ottima salute.

Per la maggior parte degli europei il cocco è un frutto esotico, solo le persone che conoscono le sue fantastiche proprietà lo consumano abitualmente per la loro salute.

Perché l’olio di cocco extravergine non è più considerato dannoso?

Le teorie da spiegare, per arrivare a capire perché è erroneo pensare che l’olio di cocco sia dannoso per la salute, sono due. La prima riguarda i grassi saturi in generale, che non sono dannosi come ci hanno fatto credere. Ci sono moltissimi studi infatti, realizzati su centinaia di migliaia di persone, che hanno dimostrato che i grassi saturi non intasano le arterie (e contemporaneamente non ne esistono che invece accertino questo fatto).

La seconda cosa che ci fa comprendere l’importanza del’olio di cocco extravergine riguarda il tipo di acidi grassi che sono. Infatti quando si parla di grassi saturi il nostro pensiero va subito alla carne e al formaggio, ma l’olio di cocco è diverso: contiene acidi grassi a catena media (MTC). Questi vengano metabolizzati dal nostro organismo in maniera diversa, andando direttamente al fegato dal tratto digerente. Qui vengono usati come fonte di energia o trasformati in corpi chetonici.

I benefici dell’olio di cocco extravergine

Per il cervello

Quando il fegato trasforma gli acidi grassi a catena media dell’olio di cocco extravergine in corpi chetonici, questi ultimi vanno ad alimentare ilolio di cocco extravergine cervello, evitando l’atrofia cerebrale, restaurando la funzione neuronale e nervosa, aiutando nel recupero delle facoltà dopo una mancanza di ossigeno, ecc… In poche parole quindi agiscono in maniera diretta come terapie funzionali dei disturbi cerebrali come l’Alzheimer, la demenza senile, l’epilessia e altre malattie relazionate con il cervello.

Contro virus, batteri e funghi

Vi capiterà di leggere spessissimo l’olio di cocco extravergine come rimedio naturale consigliato per combattere il fungo Candida Albicans (un’infezione micotica molto comune) e anche per il batterio Staphylococcus Aureus (molto pericoloso e spesso resistente agli antibiotici).

L’olio di cocco extravergine grazie al suo contenuto di acido laurico e alle monolaurine (un monoglicerido che viene creato dagli enzimi digestivi quando assumiamo questo super alimento) riesce a uccidere molti batteri, virus e funghi come quelli sopra citati.

L’olio di cocco extravergine contro il colesterolo cattivo

Contrariamente a quello che si pensava in precedenza l’olio di cocco extravergine aumenta il colesterolo HDL (il buono) e cambiando LDL in un sottotipo benigno. Alcuni studi dimostrano questo che sto dicendo e altri dicono anche che è capace di ridurre i trigliceridi e ha un effetto antiossidante. La conseguenza è una notevole diminuzione delle malattie cardiache.

… E ha effetti anche sulla perdita di peso

Anni di lotte contro i grassi e poi? La realtà viene fuori: l’olio di cocco extravergine, grasso saturo, aiuta a perdere peso e non il contrario. La maggior parte delle persone pensa che il sovrappeso e l’obesità siano una questione di calorie, ma quello che molti non sanno è che le fonti da cui provengono queste calorie fanno cambiare di non poco la loro funzione nel nostro organismo.

I trigliceridi a catena media (MCT) nell’olio di cocco possono aumentare il dispendio energetico rispetto alla stessa quantità di calorie da grassi a catena più lunga (come per esempio l’olio di oliva), quindi si bruciano più grassi.

Uno studio in particolare ha scoperto che 15-30 grammi di MCT al giorno aumentano il dispendio energetico in 24 ore del 5 %, per un totale di circa
120 calorie al giorno.

Olio di cocco extravergine per la pelleIdrata e protegge

Pur essendo molto importante l’assunzione di olio di cocco extravergine alimentare, è giusto dire che ha anche proprietà cosmetiche che portano a migliorare la salute della pelle, i capelli, le unghie, ecc…

Ha un alto potere idratante, protegge e rigenera i capelli ed è anche efficace come protezione solare (blocca circa il 20% dei raggi ultravioletti del sole).

Tornando a l’olio di cocco extravergine alimentare, è anche utile per eseguire l’oil polling, una pratica che può uccidere alcuni dei batteri nocivi nella bocca , migliorare la salute dentale e ridurre l’alito cattivo.

Conclusioni sull’olio di cocco extravergine

Al fine di godere dei benefici per la salute descritte in questo articolo, è necessario consumare olio extra vergine di cocco crudo biologico e non quello idrogenato o parzialmente idrogenato che al contrario sono deleteri per la nostra salute.

 

 

Riferimenti:

  • Patty W. Meta-analysis of prospective cohort studies evaluating the association of saturated fat with cardiovascular disease. Am J Clin Nutr. January 2010 vol.
  • Prior A. Cholesterol, coconuts, and diet on Polynesian atolls: a natural experiment: the Pukapuka and Tokelau island studies. Am J Clin Nutr. August 1981 vol. 34 no. 8
  • Lindeberg S. Apparent absence of stroke and ischaemic heart disease in a traditional Melanesian island: a clinical study in Kitava. J Intern Med. 1993 Mar;233(3):269-75
  • Seaton TB. Thermic effect of medium-chain and long-chain triglycerides in man. Am J Clin Nutr. 1986 Nov;44(5):630-4
  • Dulloo Ag. Twenty-four-hour energy expenditure and urinary catecholamines of humans consuming low-to-moderate amounts of medium-chain triglycerides: a dose-response study in a human respiratory chamber. Eur J Clin Nutr. 1996 Mar;50(3):152-8
  • Kabara J. Fatty Acids and Derivatives as Antimicrobial Agents. Antimicrob Agents Chemother. 1972 Jul; 2(1): 23–28
  • Ruzin A. Equivalence of lauric acid and glycerol monolaurate as inhibitors of signal transduction in Staphylococcus aureus. J Bacteriol. 2000 May;182(9):2668-71
  • Mensink R. Effects of dietary fatty acids and carbohydrates on the ratio of serum total to HDL cholesterol and on serum lipids and apolipoproteins: a meta-analysis of 60 controlled trials. Am J Clin Nutr May 2003 vol. 77 no. 5 1146-1155
  • Dreon D. Change in dietary saturated fat intake is correlated with change in mass of large low-density-lipoprotein particles in men. Am J Clin Nutr May 1998 vol. 67 no. 5 828-836
  • Assunção ML. Effects of dietary coconut oil on the biochemical and anthropometric profiles of women presenting abdominal obesity. Lipids. 2009 Jul;44(7):593-601
  • Nevin KG. Beneficial effects of virgin coconut oil on lipid parameters and in vitro LDL oxidation. Clin Biochem. 2004 Sep;37(9):830-5
  • Nevin KG. Influence of virgin coconut oil on blood coagulation factors, lipid levels and LDL oxidation in cholesterol fed Sprague. Eur J Clin Nutr.  (2008) 3
  • Agero AL. A randomized double-blind controlled trial comparing extra virgin coconut oil with mineral oil as a moisturizer for mild to moderate xerosis. Dermatitis. 2004 Sep;15(3):109-16
  • Rele AS. Effect of mineral oil, sunflower oil, and coconut oil on prevention of hair damage. J Cosmet Sci. 2003 Mar-Apr;54(2):175-92
  • Korać RR. Potential of herbs in skin protection from ultraviolet radiation. Pharmacogn Rev. 2011 Jul;5(10):164-73
  • Sharat A. Effect of oil pulling on halitosis and microorganisms causing halitosis: A randomized controlled pilot trial. Ind J Ped and Prev Dent. 2004; 29(2):90-94
1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] olio extra vergine di cocco, ghee o lardo (di animali cresciuti in libertà) per ungere la teglia; […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *