Benefici degli agrumi: caratteristiche e proprietà di questi frutti

Tutti i giorni leggiamo vari articoli che parlano dei benefici degli agrumi per la salute. Capita anche però di leggere molto scetticismo al riguardo, visto che qualcuno non crede nelle proprietà benefiche di questo tipo di alimenti.

Cosa c’è di vero in tutto quello che leggiamo tutti i giorni, nutrizionalmente parlando? Gli agrumi sono davvero un alleato della salute o sono sopravvalutati? Cercherò in questo articolo di approfondire l’argomento in maniera chiara, affinché tu possa trarre le tue conclusioni sui reali benefici degli agrumi.

Benefici degli agrumi e caratteristiche dei frutti

benefici degli agrumiGli agrumi sono originari di paesi come l’Australia, la Nuova Guinea e il Sud-Est Asiatico. Oggi vengono coltivati ovunque ci sia un clima tropicale e sub tropicale, su alberi e arbusti in fiore. I maggiori produttori di agrumi sono la Spagna, il Brasile, la Cina, gli stati Uniti, l’India e il Messico.

Vengono utilizzati principalmente per la produzione di succhi di frutta, anche se a dire il vero non è il miglior modo per godere dei loro benefici (sempre meglio il frutto intero, con quindi le fibre comprese).

6 effettivi benefici degli agrumi con i relativi studi

In generale gli agrumi hanno tutti buone motivazioni per essere mangiati. Questo perché sono ricchi di proprietà, come molti altri alimenti, ma in particolare hanno caratteristiche benefiche per cui vale la pena aggiungerli alla tua dieta quotidiana. Ecco quali sono:

1 – Sono ricchi di vitamine e minerali – saprai sicuramente che gli agrumi contengono vitamina C, ma forse non eri a conoscenza della presenza anche di vitamine del gruppo B, di potassio, magnesio, rame e fosforo.

2 – Contengono fibre – tra i benefici degli agrumi troviamo la loro quantità di fibre, perché sono una buona risorsa di fibre sia solubili che insolubili. Purtroppo l’alimentazione moderna quasi mai raggiunge il fabbisogno quotidiano di fibre. Le fibre hanno svariate funzioni, dalla perdita di peso al miglioramento della salute digestiva.

Le arance sono l’agrume con più fibra. Rispetto ad altri tipi di frutta, tutti gli agrumi hanno una quantità maggiore sia di fibra solubile che insolubile.

3 – Riducono le possibilità di soffrire di calcoli renali – mangiare agrumi aiuta ad alzare i livelli di citrato, che previene la formazione di calcoli renali, riducendo così la possibilità di soffrirne.

4 – Possono proteggere il tuo cervello – i flavonoidi contenuti negli agrumi aiutano a prevenire la degenerazione cellulare del sistema nervoso. Secondo alcuni studi (qui e qui ad esempio), mangiando normalmente pompelmi, arance, ecc… si possono anche migliorare le funzionalità cerebrali.

5 – Sono benefici per la salute del cuore – secondo uno studio giapponese, chi mangia costantemente agrumi ha meno possibilità di avere problemi cardiaci e ictus. Sono anche collegati alla diminuzione della pressione del sangue, all’abbassamento dei livelli di colesterolo LDL e dei trigliceridi.

6 – Possono aiutare nella lotta contro il cancro – Ci sono svariati studi che collegano gli agrumi alla riduzione di alcuni tipi di cancro. Per esempio possono proteggere dal cancro all’esofago, al seno, allo stomaco e al pancreas.

Gli agrumi principalmente sono considerati anticancerogeni grazie ai flavonoidi contenuti, che agiscono da antiossidanti bloccando alcuni geni responsabili di alcune malattie, tra cui appunto il cancro.

Quale frutta mangiare per godere dei benefici degli agrumi

Tutti conoscono principalmente arance e limoni, ma la verità è che esistono altre varietà di agrumi che puoi e devi aggiungere alla tua alimentazione. Ecco i principali con le relative specifiche proprietà:

  • Le Arance: sono probabilmente l’agrume più popolare, soprattutto per le spremute e per il loro famoso apporto di vitamina C. Sono gustose e nutrienti ed è questo il motivo che le rende particolarmente usate dalla popolazione di tutto il mondo.

    Oltre all’acido ascorbico (la vitamina C), contengono anche vitamina B1, acido folico, potassio, flavonoidi, carotenoidi, acido citrico e fibre.

  • benefici degli agrumiI Limoni: dei limoni si utilizza più facilmente il succo, non vengono consumati come frutto intero. Sarebbe consigliato mangiarlo a dette o a pezzetti con il cibo, per beneficiarne al massimo e il loro sapore non è nemmeno così agre in un’insalata o in altre pietanze fresche.

    Sono un’ottima fonte di vitamina C, di fibre solubili, potassio, vitamina B6, acido citrico e numerosi antiossidanti.

  • I Mandarini: i mandarini sono popolari quanto le arance, grazie al loro sapore, ma sono disponibili per meno tempo e non è facile oggigiorno trovarne di buoni. Contengono, oltre alla vitamina C, anche molte vitamine del gruppo B (acido folico compreso), potassio, manganese, fibre, betacarotene, flavonoidi e acido citrico.

  • Il Lime: il lime è un agrume poco conosciuto, spesso confuso con il limone (è della stessa famiglia) e poco usato. Ne esistono svariate tipologie che hanno un diverso sapore, ma di solito tende ad essere amarognolo. A differenza degli altri agrumi, non ha una grande quantità di fibre, ma ha molta vitamina C, magnesio, potassio, acido folico e acido citrico, betacarotene e antiossidanti.

    È, come il limone, un buon disintossicante, aiuta la digestione e ha gli stessi altri benefici degli altri agrumi.

  • Il Pompelmo: il pompelmo è uno degli agrumi più scarsamente utilizzati perché il suo sapore amarognolo non piace a tutti. Ed è un peccato, perché ha molte proprietà tra cui vitamina C, betacarotene, licopene, flavonoidi e fibre.

    Tra le tante cose in comune con gli altri agrumi (riduzione dei calcoli, ottimizzazione del sistema immunitario, ecc…), la peculiarità di mangiare regolarmente pompelmo è quella di aiutare a prevenire l’insulino-resistenza e di conseguenza il diabete.

  • Il Cedro: nonostante il cedro sia stato usato dai nostri avi per le sue proprietà benefiche, oggi non è facile trovarlo sulle nostre tavole, per il suo sapore amaro. È ricco soprattutto di fibre, come di vitamina C e B1. Contiene anche potassio, calcio, oli essenziali e antiossidanti.

    Anche questo agrume ha tutti i benefici degli altri, è inoltre disintossicante come limone e lime, stimola la crescita dei capelli, è un germicida e un epatoprotettivo che aiuta ad espellere il gas intestinale.

Conclusioni sugli agrumi

Gli agrumi sono un importante alleato per la salute. È consigliato consumare almeno un agrume al giorno, meglio che mai variare di tipologia durante la settimana per approfittare di tutte le caratteristiche di ognuno di questi frutti. Se ti è possibile, mangia il frutto intero e non solo il suo succo, perché è nutrizionalmente più completo e solo così potrai godere appieno dei benefici degli agrumi.

Il principale motivo è l’alto contenuto di vitamina C che hanno, ma come abbiamo visto, ci sono anche molte altre ragioni per cui vale la pena mangiarli in maniera abituale. I nutrienti contenuti negli agrumi infatti proteggono contro molte malattie e patologie, tra cui problemi cardiaci, sovrappeso e obesità, calcoli renali, disfunzioni cerebrali e cancro. Ovviamente devono fare parte di un regime nutrizionale corretto, altrimenti non si può pretendere che facciano miracoli solo perché sono ricchi di proprietà.

Non ci sono particolari controindicazioni per i soggetti sani. Tuttavia ci sono determinate patologie che non permettono di mangiarli e sicuramente richiedono un consiglio di un esperto prima di essere assunti e/o reintegrati nelle proprie abitudini alimentari.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *