tartare-di-salmone-con-fegato-di-merluzzo_asse-intestino-cervello

Tartare di salmone con fegato di merluzzo

Gustosa e nutriente grazie all’aggiunta del fegato, soprattutto se servito fredda, questa tartare di salmone è un perfetto pranzo per chi vuole mangiare bene, con sazietà e gusto.
Ricca di vitamine liposolubili ( A, D, K2), EPA e DHA, di proteine, fosforo, calcio, ferro, CoQ10 e tutto lo spettro di vitamine e minerali.

Indicazioni nutrizionali

Il fegato di merluzzo veniva utilizzato in passato per curare il rachitismo, un difetto di calcificazione ossea che derivava da un ridotto apporto di vitamina D.

Sebbene non venga più impiegato a questi scopi, il fegato di merluzzo è negli ultimi anni tornato sugli scaffali per la sua importanza nutrizionale degli acidi grassi polinsaturi (PUFA), di cui è particolarmente ricco.

Il salmone è un pesce tipico dei mari del Nord che depone le sue uova in acque fresche e ossigenate, dopo aver risalito i freddi fiumi di montagna.

Quando è fresco, potrai notare l’occhio vivo e branchie rosate e umide; la carne deve apparire elastica e soda, oltre che con un caratteristico colore rosato brillante.

Vivendo in acque fredde, il salmone è un pesce ricco di acidi grassi polinsaturi, che servono all’animale per isolare il corpo e mantenere costante la temperatura interna.

È certamente un pesce grasso rispetto alla media, ma tuttavia è molto salutare, in quanto i grassi in esso contenuti riducono il colesterolo cattivo e aumentano il colesterolo buono.

Dal punto di vista nutrizionale, il salmone è ricco di proteine e fosforo, e ha anche un alto contenuto di calcio e ferro.

Ricetta per quattro persone

Difficoltà: bassa
Preparazione: 10 minuti
Cottura:

Ingredienti

  • 2 tranci di salmone
  • 1 cipolla dolce
  • 2 uova
  • 3 cucchiai di capperi
  • 30 gr. di acciughe
  • 150 gr. di fegato di merluzzo
  • 30 gr. di aneto fresco
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Taglia il salmone a cubetti, meglio se utilizzando una mezzaluna perché più facile e veloce.

Trita anche la cipolla, le acciughe, l’aneto, e il fegato.

Ricordati di conservare l’olio del fegato da utilizzare alla fine come condimento.

Mescola tutti gli ingredienti insieme, condisci con sale e pepe e aggiungi l’olio di fegato precedentemente conservato.

Infine, lascia insaporire il tutto per 15-20 minuti in freezer o in frigo, possibilmente in una ciotola di vetro.

Ricordati di servire il piatto freddo, con un’insalata fresca e due uova in camicia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *