Pubblicati da Dr. Shantih Coro, MS, RDN, LD

Carne in barbacoa

Una volta veniva cotto in forni scavati nella terra, oggi la carne di barbacoa (di solito si tratta di manzo o pecora) viene cotta per molte ore – almeno 8 o 9 – in una pentola Crockpot. Si può mangiare con riso o con patate, ma in base al Paese in cui viene servita è […]

Parte 4: L’impatto dell’attività sportiva sulle malattie croniche intestinali

Le Malattie Croniche Intestinali (MICI) – definite anche Inflammatory Bowel Disease (IBD) – hanno un’incidenza variabile sullo stato di salute complessivo dei pazienti. Si stima che in Italia siano circa 200.000 le persone affette da Malattia di Crohn, infiammazione intestinale e le cosiddette “coliti indeterminate”. Nei precedenti articoli ho approfondito l’incidenza dell’attività sportiva sull’ecosistema dell’apparato […]

Parte 3: L’attività motoria e la barriera intestinale. Come prendersi cura del “filtro” di benessere?

Nel corso del nostro viaggio alla scoperta del rapporto che intercorre tra attività motoria e funzionamento intestinale, abbiamo dapprima passato in rassegna la regolazione del microbiota e, successivamente, l’impatto dell’esercizio fisico sul sistema immunitario dell’intestino. L’articolo in questione intende approfondire, invece, il complesso sistema di difesa alla base di un corretto bilanciamento dell’apparato. Soltanto così […]

Parte 2: L’impatto dell’attività fisica sul microbioma intestinale

L’attività motoria è tra i fattori esogeni capaci di aumentare le difese dell’organismo, consentendogli di intervenire in modo più efficace contro la presenza di eventuali agenti patogeni interni o esterni. Sport e sistema immunitario sono, dunque, direttamente proporzionali. Il motivo è da rintracciare nell’impatto che l’esercizio fisico ha sul microbiota intestinale – la flora batterica […]

Parte 1: L’impatto dell’attività fisica sul microbiota intestinale

L’intestino umano ospita un ecosistema eterogeneo costituito dal più alto numero di specie batteriche dell’organismo. Le ricerche trasversali condotte sul microbiota hanno appurato, inoltre, quanto l’attività fisica sia capace di influenzarne la biodiversità tanto in termini quantitativi, quanto qualitativi. Sebbene non si sia ancora in grado di attestare quali siano i gruppi batterici coinvolti nel […]

Colesterolo LDL e l’efficacia delle statine

È molto probabile che nutrizionisti, professori e medici vi abbiano messo in guardia dal colesterolo “cattivo”. Nel panorama scientifico a noi contemporaneo, abbassare i livelli di LDL sembra essere l’obiettivo primario della prevenzione cardiovascolare. Le implicazioni pratiche per i pazienti variano enormemente: dal consumo ridotto di carne rossa alla demonizzazione dei grassi saturi, passando per […]

Il ruolo della disinformazione medica nel trattamento del colesterolo LDL [Parte 2]

L’articolo precedente si è concluso con una riflessione di ordine generale: la disinformazione medica a cui siamo esposti nella società a noi contemporanea può essere liquidata – per dirlo con l’American Heart Association (AHA) – come “residual risk”, letteralmente “rischio residuo”? Non è forse meglio debellare la piaga delle fake news, giungendo a una comunicazione […]

Il ruolo della disinformazione medica nel trattamento del colesterolo LDL [Parte 1]

Le fake news sono la piaga culturale del nostro tempo. Sarebbe un errore – per non dire un’attestazione di ingenuità – credere che la disinformazione si diffonda soltanto attraverso i cosiddetti “canali social”. Perché se è vero che i media hanno la responsabilità di manipolare le notizie, soprattutto quelle mediche, con un occhio di riguardo […]

Ricetta guacamole con kefir

  La resistenza alle infezioni può essere aiutata fornendo all’organismo antiossidanti attraverso una giusta alimentazione. Gli antiossidanti sono molecole che fanno da supporto per difenderci dall’attacco di agenti nocivi e dallo stress ossidativo, in quanto sono in grado di prevenire o riparare i danni prodotti dai radicali liberi. Gli antiossidanti più potenti sono: – il […]

Celiachia o sensibilità al glutine? Il ruolo della disbiosi intestinale

Si contano sempre più persone colpite da un disturbo difficilmente classificabile: la sensibilità al glutine non celiaca (Non Celiac Gluten Sensitivity, NCGS). Quest’ultima non è né una celiachia tradizionale né una forma di allergia al grano. È piuttosto un’intolleranza in costante aumento – diagnosticabile per via differenziale. In ogni caso, secondo studi recenti, un microbioma […]