La Sindrome da Sovracrescita Batterica nel Tenue, o come ormai la chiamiamo tutti ‘SIBO‘, è qualcosa contro cuidieta elementare non solo hanno dovuto lottare molti miei pazienti, ma che anche io personalmente ho dovuto affrontare. Il processo del lungo mio percorso verso la ritrovata salute è stato molto complesso, ma mi ha anche dato la possibilità di approfondire molte cose, tra cui la dieta elementare.

La Dieta Elementare per la SIBO e Non Solo

La dieta elementare non è un vero e proprio regime alimentare perché il suo scopo è quello di far morire di fame i batteri dell’intestino, quindi in questa fase non si mangia praticamente niente. Ovviamente il nostro organismo ha bisogno di essere alimentato e la soluzione è una formula liquida di nutrienti predigeriti, che vengono così assimilati dal corpo senza alimentare i batteri. Detta semplicemente, la dieta elementare offre nutrienti in una forma facilmente digeribile e bevibile. In questo modo l’intestino può iniziare a curarsi.

Funziona Davvero la Dieta Elementare?

La Dieta Elementare non è assolutamente qualcosa da prendere alla leggera, ma è un metodo efficace per avere la meglio sulla SIBO. Secondo alcuni studi, dopo 15 giorni di questa ‘dieta’ la percentuale di recupero è tra l’80 e l’85%, mentre gli antibiotici possono avere un successo del 40%. L’intestino che riposa nel periodo della dieta, diventa capace di risolvere alcune cause della SIBO e quindi si riducono anche le possibilità di cadere in recidive. Non ci sono però studi che confrontano il successo della dieta con gli altri metodi di cura usati per la SIBO.

Pro e Contro della Dieta Elementare

Il maggior pro della dieta elementare è la sua efficacia. Purtroppo però ci sono molti inconvenienti tra
dieta elementarecui il primo su tutti è che seguirla risulta un’esperienza tutt’altro che piacevole. Non si mangia cibo solido e la formula liquida da assumere non ha un sapore eccezionale. La sua durata, per essere davvero efficace, deve essere tra le 2 e le 3 settimane quindi, se questa è la strada che devi intraprendere, dovrai essere molto paziente.

L’altro aspetto negativo è che la dieta elementare può essere costosa. Le formule preparate con i nutrienti essenziali possono avere un prezzo fino a mille euro per due settimane. Creandosi la formula
da soli è possibile risparmiare, ma il prezzo si aggirerà comunque intorno ai 300 o 400 euro.

Dovresti Seguire La Dieta Elementare per la SIBO?

Anche se i risultati a favore di questa dieta sono maggiori rispetto agli antibiotici, non è consigliabile a tutti seguirla. È doveroso essere coscienti che il trattamento è veramente impegnativo e per affrontarlo è necessario essere seguiti da qualcuno che sostenga nel momento del bisogno.

Consiglio di fare la dieta elementare per la SIBO in questi casi:

  • Quando la SIBO è grave, con livelli di metano e/o idrogeno superiori a 80 nel breath test al lattulosio.

  • Quando gli antibiotici sia tradizionali che fitoterapici non hanno avuto successo.

  • Quando si è pronti ad eseguire un rimedio drastico che chiede di non mangiare (e che dura fino a 3 settimane).

  • Quando, oltre alla SIBO, si soffre di un’altra malattia infiammatoria intestinale, come il morbo di Crohn.

 

Opzioni per La Dieta Elementare

Quando decidi di seguire la dieta elementare per la SIBO hai due opzioni disponibili:

  1. Comprare e usare una formula liquida nutrizionale già pronta.

  2. Creare e assumere una formula liquida nutrizionale “casalinga”.

In entrambi i casi il fai da te completo è sempre sconsigliato e può essere anche pericoloso. Posso darti comunque qualche informazioni riguardo a entrambe le soluzioni.

Le formule pronte sono le più costose, ma anche le più pratiche. Devi solo aggiungere acqua e assumerle. Purtroppo alcune di queste sono indicate per certi pazienti e meno per altri. Possono infatti contenere ingredienti non adatti perdieta elementare la SIBO, che continuerebbero comunque a nutrire i batteri rendendo meno efficace il tentativo di liberarsene. Inoltre, il sapore spesso non piace.

In genere io consiglio una formula completa che si chiama Physicians’ Elemental Diet. Puoi dare un’occhiata a questo prodotto per capire se può fare al caso tuo o se è il caso di cercare un alternativa simile.

La formula creata in casa è più simile al cibo normale. Puoi decidere il sapore e il quantitativo di carboidrati, proteine e grassi secondo i tuoi bisogni. Cerca di capire che devi comprare ogni ingrediente separatamente, per preparare la soluzione ogni giorno. Ovviamente hai bisogno di uno specialista che ti indichi cosa assumere e in che quantità, per non soffrire di carenze nutrizionali.

In entrambe le formule le calorie da assumere possono variare secondo le proprie necessità e quindi si può aggiustare le quantità di conseguenza.

Quella che segue è un esempio di dieta elementare fatta in casa equilibrata:

Dosaggio per Pasto

2 Cucchiai Aminoacidi in polvere (24g proteine)

2 o 3 Cucchiai di Miele

3 o 3,5 Cucchiai d’Olio

2 Capsule di Multivitaminico

¼ – ½ Cucchiaino Sale marino integrale

Procedimento:

Mescolare tutti gli ingredienti in un frullatore aggiungendo acqua secondo la propria preferenza. Può essere aggiunto ghiaccio dopo che il miele si è sciolto. Non usare succo di frutta, latte o qualsiasi altro liquido per mescolare.

Note:

I dosaggi sono basati su una dieta giornaliera di 2000 calorie al giorno.

Il miele chiaro è meglio in quanto è più facile da assorbire e quello scuro può avere proteine più complesse.

L’olio MCT è consigliato per coloro che hanno problemi di malassorbimento dei grassi (MCT, cocco, palma), ma deve essere aumentato gradualmente in quanto può causare problemi gastrointestinali.

Die-off e Sintomi durante la Dieta Elementare

Vorrei dirti che il sapore sgradevole o la mancanza di cibo solido sono la cosa peggiore di questo
trattamento per la SIBO, ma purtroppo non è così. I sintomi che si possono provare durante le 2/3 settimane di digiuno liquido possono essere anche molto pesanti e avere un’intensità maggiore dei sintomi di partenza della SIBO.

La maggior parte di questi sintomi sono dovuti al famoso effetto “die-off” (l’effetto provocato dall’eliminazione degli elementi tossici dal proprio organismo).

Tra le tante cose che si possono provare nel trattamento sia con ladieta elementare
formula acquistata, sia con quella casalinga abbiamo:

  • gonfiore addominale

  • muco

  • alitosi

  • odore corporeo più pungente

  • crampi allo stomaco

  • mal di denti

  • letargia

  • mal di testa/emicrania

  • nausea

  • diarrea

  • incapacità di concentrarsi

I sintomi si possono presentare fin dai primi giorni, come anche dopo la prima settimana.

Come affrontare la Dieta Elementare

1. Chiedi Aiuto!

Senza il giusto aiuto è impossibile riuscire a farcela. Non è possibile stare dietro alla casa, cucinare, pensare alla dieta elementarefamiglia, tutto mentre si cerca di curare la SIBO con la dieta elementare. Come sai, lo stress è uno dei principali responsabili della sindrome da sovracrescita batterica del tenue, quindi eliminarlo è essenziale in questa fase. Chiedi alla tua famiglia di aiutarti e, come sai, essendo mio paziente io ti aiuterò in tutti i momenti in cui avrai voglia di arrenderti perché ci sono passato prima di te e so cosa provi.

2. Prendi Ferie

Ci vogliono almeno due/tre settimane di ferie da lavoro, quindi cerca di organizzarti al meglio per affrontare la fase iniziale e anche il die-off, che potrebbe perdurare anche finita la dieta elementare.

3. Vestiti comodi e praticità

Dimentica i vestiti stretti, eleganti o qualsiasi abbigliamento che non sia comodo e pratico. I pantaloni da yoga per esempio saranno una soluzione perfetta, coma anche i vestiti larghi per stare in casa, o i pigiami.

4. Cerca rimedi contro i sintomi e i crampi

Gli oli essenziali possono essere di aiuto contro i mal di testa e non solo, la borsa dell’acqua calda può alleviare i crampi e la nausea. Fare l’oil polling può alleviare i dolori ai denti e ti aiuterà anche a mantenere più pulita la bocca. Lo yoga e la meditazione possono aiutare notevolmente, ma devono essere pratiche che già conosci, di certo non da imparare in quelle due o tre settimane.

5. Cerca di occupare il tempo

Lo stress va eliminato, è vero, ma essere senza impegni può far sembrare il tempo da passare infinito, visto che non è nemmeno un periodo così spensierato. Per questo organizza delle cose da fare in casa, come manualità, pulizie non pesanti, scrivi un blog, riordina qualcosa a cui tieni molto e che ti crea una sensazione di piacere.

6. Tieni un diario

Questo aiuterà te (e me) a capire quali sono gli effetti che subisci ogni giorno e come poterli trattare per farti sentire meglio. Inoltre, nel caso in cui fosse necessario un secondo periodo di dieta elementare, potrai rileggere la tua esperienza per capire come affrontare i momenti peggiori, cosa ti ha aiutato e cosa invece non lo ha fatto.

7. Ricomincia a mangiare con cautela

Quando avrai finito il periodo di dieta elementare non fare l’errore di abbuffarti. Prima di tutto non sarai in piena forma e inoltre dovresti rifare il breath test al lattulosio (passati almeno 4 giorni e prima di due settimane) per verificare lo stato della SIBO. Reintegra per questo gli alimenti facilmente digeribili un po’ alla volta.

Conclusioni

La dieta elementare non è l’unica soluzione alla SIBO, ma di sicuro è una strada difficile, ma efficace. Non decidere di percorrere questa strada senza l’aiuto di un professionista, che possa darti i giusti consigli e l’appropriato bisogno quando ti servirà. Non sarà semplice, ma con il sostegno giusto riuscirai a superare questa sfida per avvicinarti sempre di più alla salute ritrovata.

 

Riferimenti:

Pimmentel M. A 14-day elemental diet is highly effective in normalizing the lactulose breath test. Dig Dis Sci. 2004 Jan;49(1):73-7

Hunter J. Elemental diet and the nutritional treatment of Crohn’s disease. Gastroenterol Hepatol Bed Bench. 2015 Winter; 8(1): 4–5

Zoli G. A randomized controlled study comparing elemental diet and steroid treatment in Crohn’s disease. Aliment Pharmacol Ther. 1997 Aug;11(4):735-40

Moráin C. O. Elemental diet in acute Crohn’s disease. Arch Dis Child. 1983 Jan; 58(1): 44–47

http://link.springer.com/article/10.1023/B:DDAS.0000011605.43979.e1

https://chriskresser.com/can-a-short-term-elemental-diet-help-treat-sibo/